Il Karaoke

Un Fenomeno Musicale degli anni Ottanta e Novanta

Chi non ha mai passato un'allegra serata tra amici con un microfono in mano cantando a squarciagola tra applausi e risate?

Il karaoke diviene un vero e proprio fenomeno musicale a livello universale all'incirca negli anni ottanta, il suo nome riprende un termine giapponese così come giapponese è il suo ideatore, il musicista Daisuke Inoue, che nei primi anni settanta creò il primo apparecchio in grado di riprodurre una base musicale e visualizzare su uno schermo le parole da cantare, seguendo il ritmo dettato dalla colorazione progressiva dei termini.

Inizialmente popolare solo in Giappone, si è poi largamente diffuso nel resto dell'Asia soprattutto come forma di intrattenimento nei locali pubblici nei quali ognuno si cimentava nell'interpretazione di canzoni in maniera più o meno esilarante, provocando dunque ammirazione oppure risate e divertimento a volontà.

In Italia il karaoke conobbe il suo enorme successo negli anni novanta, quando un giovanissimo Fiorello presentava un programma tv che permetteva alla gente di esibirsi nelle varie piazze italiane, grazie al seguito che questo evento ebbe, iniziarono a diffondersi video e audio cd prettamente dedicati a questa divertente attività, che è ancora oggi piuttosto diffusa, nonché ritenuta un passatempo estremamente divertente e goliardico.